Cerca nel blog

BOOK TAG: INGREDIENTI LIBRESCHI

Lo so, lo so, che non è esattamente un book tag appena nato, è che io ci arrivo un po' tardi alle cose, comunque approfitto di questo mercoledì freddo e nuvoloso su Milano per scrivere i miei ingredienti.

Come funziona?

L'idea alla base è molto semplice ovvero basta abbinare gli 8 ingredienti ad altrettanti libri.
(Se l'idea alla base è semplice e geniale, non lo sarà altrettanto trovare i propri libri da abbinare. Garantito.) 



Prezzemolo: Un libro che vedi ovunque.
Non vorrei contribuire ad aumentarne la già di per se smisurata fama, ma è indubbiamente After di Anna Todd. Nelle librerie Mondadori, Feltrinelli, negli scaffali delle offerte, dei bestseller, su Amazon, su Fabook, in Università, metropolitana e persino in frigo. Impossibile che non vi sia mai passato davanti almeno un dei volumi della saga.   






Cipolla: Un libro che a solo sentirlo nominare ti metti a piangere.
Cercando Alaska di John Green, forse il mio libro preferito da quando l'ho letto la prima volta credo sei anni fa. Alaska è il personaggio di un libro che se potessi, fra tutti quelli che ho incontrato fra le pagine, sceglierei di essere.








Caffè: Un libro che ti ha tenuto sveglio.
Non può essere che La Psichiatra di Wulf Dorn, autore che amo alla follia e ho conosciuto qualche anno fa con questo suo romanzo d'esordio.








Patatine fritte: Una serie irresistibile che non hai potuto fare a meno di leggere tutta d'un fiato un libro dopo un altro. 
Inaspettatamente la trilogia di Divergent di Veronica Roth.


Lievito: Un libro il cui successo è stato gonfiato troppo.
Colpa delle Stelle di John Green.
Liberissimi di odiarmi al mio "Via!". 
Da profonda innamorata della opere precedenti di Green non posso che criticare Colpa della stelle che ho letto a dir poco a fatica sempre seguendo il mio credo del porta a termine la lettura, chissà potrebbe svoltare. L'ho trovato un romanzo scritto al solo scopo di suscitare pietà nei lettori. Ben distante dalle precedenti opere di Green, ha avuto un grosso calo, spero abbandoni al più presto il genere. 


Via!




Cupcake: Un libro dalle mille sfumature e colori.
 Gangbang di (quel genio di) Chuck Palahniuk. 
All'infuori della trama che può spingere il lettore a pensare che il romanzo tratti di sesso e niente più, l'ho apprezzato, anzi amato, per le emozioni che fa provare. Indubbiamente influenzata dalla mia opinione sull'autore, l'ho trovato un romanzo ricco e più ricercato di quanto voglia dare a vedere. 











Olio: Un libro che ti è scivolato dalla mente.
Oceano Incerto di Marta Echegaray, letto e riletto viste le poche pagine, ma tutt'ora andato disperso nella mia memoria.













Limone: Un libro che a tanti è piaciuto, ma a te fa drizzare i peli.
Mi dispiace essere tanto categorica ma tutto ciò che abbia mai prodotto Nicholas Sparks. 
Lo trovo un autore da pistola alla tempia.
Amo e ho amato tutti i film tratti da suoi libri, specialmente Le pagine della nostra vita con la bellissima Rachel McAdams, ma il libro è stato per me un trauma senza fine.






Eccoci alla conclusione, siccome ho apprezzato tantissimo l'idea di questo book tag vorrei suggerire un'idea per ampliarlo: ognuno di quelli che in futuro vi parteciperanno potrebbe aggiungere un ingrediente, se lo vuole, in modo spensierato e senza vincoli.

Il mio ingrediente è il CIOCCOLATO . Che fa contenti tutti indipendentemente dall'età, percio: 







Cioccolato: Un libro per ragazzi che anche gli adulti potrebbero leggere.   
Le terrificanti storie di zio Montague di Chris Priestley. 
Non vi anticipo niente, vi lascio tentare, esattamente come fa il cioccolato.





Spero che tutti voi lettori prendiate parte all'iniziativa, siete tutti invitati. 
Ricordatevi di linkarmi le vostre risposte nei commenti, sono davvero curiosa. 




5 commenti:

  1. Ciao Elisa!
    Sono contenta che hai fatto anche tu questo simpaticissimo tag, hai ragione sembra facile invece con alcuni ingredienti è più difficile del solito.
    Condivido assolutamente il tuo prezzemolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuai Susy!
      L'ho trovato veramente originale e ho voluto approfittarne. Comunque davvero! È il tipo di libro che volente o nolente hai sempre sotto gli occhi!
      Un bacione

      Elimina
  2. Che bella idea la tua, aggiungere un ingrediente è geniale. Se mai rifarò questa tag, usero la tua idea.
    Alcune delle tue scelte poi sono interessanti, me le segnerò sicuramente :)

    RispondiElimina
  3. Ciao! Questo tag lo trovo sempre divertentissimo da leggere, in più noto sempre che After c'è ovunque, è davvero il prezzemolo ahah

    RispondiElimina
  4. Fantastica la foto che hai messo per i libri di Nicholas Sparks!!!!
    Onestamente non ho mai letto i suoi libri. Mi mancava il coraggio!
    Ho visto alcuni film e mi sono bastati!!
    Storie tristissime, praticamente senza mai un lieto fine.
    Già la vita è dura... poi leggi (o guardi) queste opere e ti viene voglia di buttarti da un ponte!!

    Mi è piaciuta la tua nuova idea per l'ingrediente cioccolato.. quindi prendo esempio e non solo modifico il mio precedente post aggiungendo la cioccolata... ma ne metto anche uno di mia iniziativa! :)
    Questo è il link della mia pagina....
    http://stoffedinchiostro.blogspot.it/2015/12/book-tag-cui-partecipo-ingredienti.html

    RispondiElimina